Dario Argento omaggia l'amico George Romero a Locarno 70

Padre del genere Zombie e maestro del cinema horror, George Romero è stato ricordato a Locarno 70 dall'amico e collega Dario Argento.

chiudi

Video della settimana: Annabelle 2: Creation | Trailer

Caricamento Player...

Al festival di Locarno 70 ha partecipato anche Dario Argento, il "maestro del brivido" conosciuto in tutto il mondo. Il celebre regista italiano ha anticipato di un giorno il suo arrivo, così da essere presente durante la proiezione del film La notte dei morti viventi, film del 1968 scritto e diretto da George Romero, e poter partecipare all'omaggio al grande regista maestro del genere horror scomparso il 17 luglio 2017. Al film aveva partecipato lo stesso Argento, aiutando in fase di scrittura e regia e i due erano legati da un forte rapporto di amicizia, nonché da una grande stima professionale reciproca.

Dario Argento: George Romero e il ricordo davanti al pubblico di Locarno

E a pochi giorni dalla sua morte, il regista romano ha voluto ricordare davanti al pubblico dI Locarno il giorno in cui i due si conobbero, e precisamente quando Romero era rimasto letteralmente folgorato da L'uccello dalle Piume di Cristallo, proprio mentre stava dando vita al film che avrebbe dato origine al genere zombieLa notte dei morti viventi. E Argento ha voluto ricordare proprio quell'incontro. Le sue parole sono riportate da MondoFox:

Avevamo due modi radicalmente diversi di fare cinema e credo fosse anche per questo motivo che eravamo così legati. Lui girava film molto politici, incentrati sulle emozioni più crude e intense, io invece mi sento più a mio agio con storie basate sull'emotività dell'anima. La Notte dei Morti Viventi per me è soprattutto un segno indelebile della nostra amicizia. Ricordo che quando venne da me e mi raccontò il film, gli dissi subito che gli avrebbe cambiato la vita, mentre lui era ancora molto abbattuto per l'accoglienza fredda che aveva ricevuto il suo precedente lavoro. 

Inoltre, Dario Argento ha voluto anche ricordare con grande commozione il loro ultimo incontro, quando l'amico stava lavorando a un nuovo progetto, sebbene fosse già malato gravemente:

Era molto indispettito da come gli altri sfruttassero la sua idea di zombie al cinema, copiandone il concetto iniziale, il modo di camminare e di uccidere delle sue creature. Ultimamente era molto turbato dall'approdo degli zombie nella serialità televisiva e si lamentava spesso di come si fossero presi le sue idee originali, senza tirarne fuori di nuove. 

Questo articolo ti è piaciuto?

© PopcornTv - WebTv legalmente riconosciuta - AUT. SIAE 4209/I/1680 - Delta Pictures S.r.l Via Giovanni Boglietti 2, BI - PIVA: 02154000026